Le autorità di Phuket fanno irruzione in 17 società sospettate di proprietà russa utilizzando thailandesi come candidati illegali

Phuket, Tailandia – Il Central Investigation Bureau (CIB) ha condotto irruzioni in 17 aziende a Phuket sospettate che cittadini tailandesi abbiano agito come candidati illegali per individui russi sospettati di essere i veri imprenditori.

L'indagine è stata avviata da segnalazioni di attività fraudolente, con sospettati che affermavano falsamente di essere affiliati all'Autorità provinciale per l'energia elettrica. Le vittime sarebbero state costrette a scaricare un'applicazione che consentiva ai sospettati di ottenere il controllo dei propri telefoni cellulari. Successivamente, dalle vittime ai sospettati sono stati trasferiti fondi per un totale di oltre 500,000 baht. Questi guadagni illeciti sono stati poi convertiti in criptovaluta tramite un intermediario russo, afferma il CIB.

Nel corso della loro indagine, gli agenti hanno scoperto che uno dei principali sospettati russi aveva ritirato l’incredibile cifra di 186 milioni di baht dai suoi conti bancari in un periodo di quattro mesi, compreso tra luglio 2023 e novembre 2023. Il sospettato ora deve affrontare accuse di riciclaggio di denaro.

È interessante notare che l’individuo russo nell’esempio sopra possiede un permesso di lavoro valido come dipendente di un’azienda con sede a Phuket. Tuttavia, un ulteriore esame ha rivelato che questa società non era realmente operativa. Si è scoperto che era di proprietà congiunta di due donne tailandesi e di una donna russa, facenti parte di una rete di altre 38 società.

Mercoledì 3 aprile le autorità hanno eseguito mandati di perquisizione nei confronti delle società implicate. Due donne tailandesi hanno confessato il loro ruolo di facilitatrici nella registrazione di queste entità, che presumibilmente fornivano servizi di visto e altre operazioni commerciali legate agli stranieri. In realtà, queste società erano semplici coperture, utilizzate per produrre documenti fraudolenti per cittadini stranieri, ha affermato il CIB.

I sospettati sono stati arrestati e ora devono affrontare accuse relative a documentazione contraffatta e ad agire come prestanome per stranieri. Il Phuket Express si è astenuto dal rivelare i nomi dei sospetti russi e delle società implicate, poiché l'indagine è ancora in corso da parte del CIB.

Articoli correlati:

Il Dipartimento di Investigazioni Speciali (DSI) ha fatto irruzione in una società di contabilità e legge a Chalong con l'accusa di essere un candidato di una rete illegale per stranieri con cento milioni di baht di danni totali.

La polizia tailandese sta indagando sulle attività di noleggio veicoli nel distretto di Thalang per potenziali pratiche illegali. L'indagine, condotta dal tenente colonnello Suraphong Thanomjit, comandante della polizia della regione 8, si concentra sul sospetto che gli imprenditori stranieri potrebbero utilizzare cittadini tailandesi come sostituti per soddisfare i requisiti legali.

Sottoscrivi
Goongnang Suksawat
Goong Nang è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diverse testate giornalistiche in Tailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per cinque anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e anche in alcune notizie nazionali, con particolare attenzione alla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.