L'aeroporto di Suvarnabhumi affronta ritardi dopo gli arresti anomali del sistema biometrico, ora ripristinato

Nazionale-

Il 24 gennaio 2024, i media nazionali tailandesi hanno riferito che un sistema biometrico utilizzato dall'Ufficio immigrazione tailandese si è schiantato all'aeroporto internazionale di Suvarnabhumi, provocando una lunga coda di passeggeri al check-out.

Pol. Il generale Wisanu Prasatthong-osot, presidente di Airports of Thailand Co Ltd., ha eseguito un'ispezione sul campo per determinare la causa del guasto del sistema.

Si è scoperto che il sistema biometrico non funzionava correttamente alle 4:30 dopo l'aggiornamento del software, hanno riferito i media tailandesi.

Di conseguenza, i computer ai posti di controllo dell'immigrazione hanno subito ritardi, prolungando i tempi del processo di check-out del passaporto. Nel frattempo, sistemi domestici di canali di self-check-out automatici erano fermi e molti passeggeri erano bloccati in lunghe code ai posti di blocco. Ciò è accaduto anche all'aeroporto di Phuket.

I funzionari dell'immigrazione controllavano manualmente i passaporti attraverso il sistema di screening di Suvarnabhumi, alla ricerca di criminali e persone che soggiornavano oltre il termine della durata del soggiorno. I membri del personale aeroportuale hanno facilitato i passeggeri distribuendo acqua e controllando i passeggeri a rischio di perdere il volo nella corsia prioritaria.

Anche se il sistema biometrico era ormai tornato alla normalità, il Royal Thai Immigration Bureau ha cercato di migliorare il funzionamento a lungo termine e assicurati che ciò non accada frequentemente.

Questo articolo è originariamente apparso sul nostro sito gemello The Pattaya News.

Kittisak Phalaharn
Kittisak ha una passione per le uscite, non importa quanto sarà dura, viaggerà con uno stile avventuroso. Per quanto riguarda i suoi interessi per il fantasy, i generi polizieschi nei romanzi e nei libri di scienze sportive fanno parte della sua anima. Lavora per Pattaya News come l'ultimo scrittore.