Il governo tailandese discute della pubblicità degli alcolici e degli orari di vendita

Nazionale-

Il 10 gennaio 2024, Thaophiphob Limchitrakorn, deputato di Bangkok del partito Move Forward, ha proposto la riconsiderazione di un disegno di legge più severo sul controllo dell'alcol relativo alla pubblicità di prodotti alcolici durante un recente incontro parlamentare.

C'erano tre bozze della legge sul controllo delle bevande alcoliche in discussione, tra cui due bozze del settore pubblico e la bozza di Thaophiphob Limchitrakorn, deputato di Bangkok del partito Move Forward.

La prima bozza, intitolata Articolo 32 sulla pubblicità e sostenuta da vari gruppi anti-alcol, rafforzerebbe le norme attuali e modificherebbe la legge vietare completamente l'uso di loghi che assomiglino a quelli di bevande alcoliche su bibite analcoliche, acqua e altre bevande. Ciò significa che la pubblicità di alcune marche di bevande analcoliche, come soda e acqua, con loghi che ricordano bevande alcoliche, sarebbe considerata una violazione, ha affermato Thaophiphob.

Ad esempio, se questo disegno di legge dovesse passare, Chang o Singha, ecc. non potrebbero utilizzare lo stesso logo utilizzato per i prodotti alcolici su prodotti analcolici per pubblicizzare o sponsorizzare eventi.

Thaophiphob ha suggerito un'alternativa nella seconda bozza, consentendo la pubblicità ma entro limiti ragionevoli, con l'obiettivo di rispondere alle preoccupazioni delle persone comuni a cui dovrebbe essere consentito pubblicare o pubblicizzare birra senza incorrere in una reclusione o una multa di 50,000 baht, solo per aver pubblicato una foto di birra. sui social media.

La multa attuale per la pubblicità di prodotti alcolici da parte di persone comuni è più costosa della multa per guida in stato di ebbrezza, ha osservato Thaophiphob. Ha inoltre sottolineato che se il mercato degli alcolici, come quello della birra artigianale, verrà ulteriormente aperto, come sono in corso le proposte, come una qualsiasi delle nuove piccole startup potrebbe parlare dei propri prodotti ai clienti adulti legali se non fosse loro permesso di pubblicare nemmeno un post a riguardo.

Thaophiphob ha anche proposto nella seconda bozza di revocare il divieto di vendita di alcolici in determinati periodi in Thailandia. In alcuni paesi, limitare gli orari di vendita non è correlato al controllo delle bevande alcoliche; il risultato è un aumento del consumo e dell'ubriachezza, ha affermato Thaophiphob. Ad esempio, ciò eliminerebbe il divieto altamente impopolare di vendere alcolici dalle 2:5 alle XNUMX:XNUMX.

Tuttavia, durante la riunione parlamentare non è stato menzionato l'eventuale ritiro del divieto di vendita di alcolici durante le festività religiose, ha osservato TPN.

Dopo aver consentito ai membri del Parlamento di esprimere le loro opinioni, la maggioranza ha convenuto di allentare il rigore del controllo sulle bevande alcoliche. L'incontro ha deciso con 257 favorevoli, 156 contrari e 7 astensioni, di decidere di rinviare il progetto di legge sul controllo dell'alcol al Consiglio dei Ministri per un ulteriore esame entro 60 giorni prima di presentarlo per un altro voto parlamentare.

Anche se la bozza è ancora allo stato di proposta, questo è un buon segno per coloro che sperano che le regole sulla pubblicità degli alcolici vengano allentate e che alcuni limiti di divieto della vendita di alcolici vengano eliminati.

Questo articolo è originariamente apparso sul nostro sito gemello The Pattaya News.

Kittisak Phalaharn
Kittisak ha una passione per le uscite, non importa quanto sarà dura, viaggerà con uno stile avventuroso. Per quanto riguarda i suoi interessi per il fantasy, i generi polizieschi nei romanzi e nei libri di scienze sportive fanno parte della sua anima. Lavora per Pattaya News come l'ultimo scrittore.