Il comandante dell'esercito respinge le richieste di azioni legali per l'abbigliamento tradizionale

COMUNICATO STAMPA:

BANGKOK (NNT) – Il comandante della quarta regione dell'esercito, tenente generale Santi Sakuntanak, ha respinto le accuse secondo cui sarebbe stata intrapresa un'azione legale contro i giovani del sud per aver indossato abiti tradizionali malesi durante una fiera culturale, chiarendo che gli individui sono stati invece convocati per il loro coinvolgimento in attività legate al separatismo. .

Discutendo la questione, il tenente generale Santi ha sottolineato il sostegno delle autorità tailandesi all'espressione culturale, citando una precedente fiera in cui si è svolto senza obiezioni un concorso di costumi tradizionali malesi. Ha chiesto di porre fine alla diffusione della disinformazione sulla questione.

Il tenente generale Pramote Promin, portavoce dell'esercito della 4a regione, ha osservato che alcuni gruppi, tuttavia, hanno abusato della fiera della cultura malese per i propri scopi. Ciò includeva attività che coinvolgevano citazioni poetiche che incoraggiavano il separatismo e l'esposizione di bandiere legate alle fazioni separatiste.

Le autorità hanno confermato che le azioni legali contro il gruppo non sono legate alla loro scelta di abbigliamento. Le convocazioni emesse sono invece legate ad attività passate. Hanno assicurato che ogni individuo sarebbe stato trattato equamente e che nessuna accusa sarebbe stata perseguita a meno che non fosse stato dimostrato colpevole di un crimine.

Il precedente è un comunicato stampa del dipartimento PR del governo tailandese.

Goongnang Suksawat
Goong Nang è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diversi organi di informazione in Tailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per più di quattro anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e anche in alcune notizie nazionali, con particolare attenzione alla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.