Uomo britannico arrestato con pistola e munizioni a Phuket

Phuket -

Un uomo britannico è stato arrestato con una pistola e proiettili a Wichit dopo una discussione con un uomo che chiamava "amico" in un taxi Tuk Tuk a Kamala.

Il capo della polizia di Kamala, colonnello Somsak Thongkleang, ha detto al Phuket Express che martedì notte (2 gennaio) la polizia di Kamala e la Royal Phuket Immigration hanno arrestato un uomo identificato solo come Mr. Bryant, 39 anni, cittadino britannico.

Gli è stata sequestrata una pistola Sig Sauer da 9 mm con 50 proiettili. È stato portato alla stazione di polizia di Kamala per essere accusato di possesso di armi da fuoco e munizioni senza permesso legale e di porto di armi in pubblico senza permesso legale.

L’arresto è avvenuto la notte di Capodanno (1° gennaiost) la polizia di Kamala è stata informata da un tassista tuk tuk non identificato che un passeggero straniero aveva una pistola. Il taxi trasportava due passeggeri stranieri da Patong a Kamala. I due uomini iniziarono a litigare nel taxi Tuk Tuk per una questione non specificata, che si intensificò, e il signor Brant presumibilmente tirò fuori la pistola e ne usò l'estremità smussata per colpire il volto dell'altro quando erano a Soi Paradise 1, Kamala. Sul posto la polizia ha rinvenuto un bossolo di proiettile e successivamente ha identificato positivamente il sospettato.

La polizia ha scoperto che il signor Bryant si è trasferito da Kamala a Wichit dove è stato arrestato dopo l'incidente. Ha detto alla polizia che era ubriaco e stava litigando con il suo amico che aveva incontrato a Patong Beach. Il nome dell'amico non è stato fornito ai media. Bryant ha scaricato la pistola e i proiettili vicino alla laguna di Mueang Chao Fa sulla Chao Fa West Road a Wichit. Il signor Bryant ha affermato di aver preso in prestito la pistola da un tailandese a Patong Beach per autodifesa, ma anche l'identità di questa persona non è stata rivelata ai media. Non era inoltre chiaro il motivo per cui un “turista” avrebbe avuto bisogno di un’arma per proteggersi in Thailandia.

L'ufficio immigrazione di Phuket ha detto al Phuket Express che l'anno scorso il signor Bryant è entrato in Thailandia tre volte attraverso l'aeroporto di Suvarnabhumi ed è rimasto a Phuket. I suoi post su Instagram sembrano mostrare il suo stile di vita lussuoso con un aereo personale che viaggia in molti paesi.

Il suo visto attuale è un visto turistico di tre mesi. Tuttavia, gli agenti stanno indagando su cosa stesse facendo a Phuket e sul perché debba portare con sé una pistola se è solo un turista. L'immigrazione non ha commentato immediatamente se al signor Bryant sarebbe stato ritirato il visto e sarebbe stato inserito nella lista nera o deportato in seguito ai suoi casi legali, e ha solo detto che avrebbero continuato a indagare sul signor Bryant e su ogni possibile collegamento con attività o iniziative illegali.

Goongnang Suksawat
Goong Nang è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diversi organi di informazione in Tailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per più di quattro anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e anche in alcune notizie nazionali, con particolare attenzione alla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.