La Thailandia eserciterà la rinuncia permanente al visto con la Cina a partire dal 1° marzo 2024 per rilanciare il turismo e l’economia

il-

Alle 10:10 del 2 gennaio 2024, il signor Srettha Thavisin, il primo ministro tailandese, ha rivelato pubblicamente una conclusione dopo la riunione del gabinetto tailandese riguardante la stimolazione del turismo internazionale e dell'economia nazionale tailandese.

Il governo tailandese ha preso in considerazione un adeguamento delle accise e delle strutture dei dazi, comprese le bevande alcoliche locali tailandesi esentasse e una revisione delle leggi correlate da parte del dipartimento delle accise tailandesi per sostenere le bevande alcoliche locali tailandesi.

Inoltre, per quanto riguarda l’esenzione dai visti per i turisti cinesi, che sarebbe dovuta scadere il 29 febbraio 2024, il governo tailandese ha una buona notizia nell’annunciare che i visti di entrambi i paesi dovrebbero essere esentati reciprocamente. La Cina ha preso in considerazione la possibilità di rinunciare definitivamente ai visti a partire dal 1° marzo 2024, consentendo viaggi reciproci senza visto tra i due paesi.

In precedenza, la Cina aveva esentato i visti per cinque paesi escludendo temporaneamente la Thailandia.

Srettha ha detto che è stato significativo per i turisti che desideravano viaggiare in Tailandia e Cina. Il Dipartimento tailandese delle pubbliche relazioni e le agenzie competenti hanno ricevuto un ordine di prepararsi all'apertura della frontiera e di garantire una buona cura dei turisti, ha osservato il primo ministro tailandese.

Questo articolo è originariamente apparso sul nostro sito gemello The Pattaya News.

Kittisak Phalaharn
Kittisak ha una passione per le uscite, non importa quanto sarà dura, viaggerà con uno stile avventuroso. Per quanto riguarda i suoi interessi per il fantasy, i generi polizieschi nei romanzi e nei libri di scienze sportive fanno parte della sua anima. Lavora per Pattaya News come l'ultimo scrittore.