La Tailandia segnala in totale 128 morti in tre giorni di campagna di sicurezza stradale di sette giorni di Capodanno

FOTO: Ruam Katanyu Bang Kaen

Tailandia -

Il Dipartimento tailandese per la prevenzione e la mitigazione dei disastri (DDPM) ha riferito lunedì (1 gennaio) un totale di 128 morti, 1,151 feriti e 1,150 incidenti stradali in tre giorni (29 dicembre – 31 dicembre) dei sette giorni di sicurezza stradale di Capodanno. campagna in Thailandia (dal 29 dicembre 2023 al 4 gennaio 2024).

Il numero totale più alto di incidenti stradali e feriti in tre giorni (29 dicembre – 31 dicembre) si è verificato a Kanchanaburi (44 volte, 43 feriti). Il maggior numero di vittime si è verificato a Bangkok (8 morti).

Il DDPM ha riferito il terzo giorno della campagna (31 dicembre) che in 51 incidenti stradali si sono verificati 416 morti e 424 feriti.

Gli incidenti sono stati causati soprattutto dall'eccessiva velocità (37.26%), seguita dalla guida in stato di ebbrezza (32.78%).

La maggior parte degli incidenti ha coinvolto moto (86.91%). Il 0% degli incidenti stradali si è verificato soprattutto sulle autostrade nazionali. La maggior parte degli incidenti si sono verificati tra le 01:0 e le 10:8.02. alle XNUMX:XNUMX (XNUMX%).

Il maggior numero di incidenti si è verificato a Kanchanaburi, nell'ovest della Thailandia (18 volte). Il maggior numero di infortuni si è verificato a Nakhon Si Thammarat (20 infortuni). Le province con il maggior numero di vittime sono state Nakhon Phanom e Udon Thani (4 morti).

La versione originale di questo articolo è apparsa sul nostro sito gemello, The TPN National News, di proprietà della nostra casa madre TPN media.

Goongnang Suksawat
Goong Nang è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diversi organi di informazione in Tailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per più di quattro anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e anche in alcune notizie nazionali, con particolare attenzione alla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.