Trenta cittadini cinesi arrestati per aver lavorato illegalmente in un cantiere edile a Phuket

Phuket -

Trenta cittadini cinesi sono stati arrestati dopo essere stati trovati a lavorare illegalmente in un cantiere edile a Thalang.

La polizia turistica di Phuket ha riferito al Phuket Express che martedì (19 dicembreth) agenti della polizia turistica di Phuket, della polizia di Thalang e dell'ufficio per l'impiego di Phuket hanno ispezionato un cantiere edile nel sottodistretto di Baan Pa Krong Cheap, Thep Krasattri.

Inizialmente sono stati arrestati dodici cittadini cinesi, mentre altri 18 cinesi sono scappati ma alla fine sono stati catturati. Hanno detto di essere stati portati a bordo da un capo operaio/supervisore cinese. Ricevevano dai 300 ai 600 yuan al giorno (1,500-3,000 baht) e si è scoperto che lavoravano illegalmente nel cantiere.

Sono stati portati alla stazione di polizia di Thalang per essere accusati di lavoro senza permesso.

Il nome del cantiere e dell'impresa è stato nascosto dalla polizia tailandese.

Goongnang Suksawat
Goong Nang è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diversi organi di informazione in Tailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per più di quattro anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e anche in alcune notizie nazionali, con particolare attenzione alla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.