La Tailandia guida la spinta verso un turismo senza soluzione di continuità con i paesi vicini

COMUNICATO STAMPA:

Il primo ministro Srettha Thavisin ha annunciato piani per sviluppare il turismo senza soluzione di continuità tra Thailandia, Vietnam, Laos e Cambogia, a seguito di un incontro con i leader dei tre paesi, tenutosi a margine di un vertice a Tokyo che segna i 50 anni di cooperazione Giappone-ASEAN.

 

Nella discussione con il presidente del Vietnam Vo Van Thuong, i due leader hanno concordato di riprendere le riunioni di gabinetto, con il Vietnam che propone di ospitare il primo incontro nel maggio del prossimo anno. Un tema chiave sarà quello delle strategie di prezzo del riso per aumentare il reddito degli agricoltori. Võ ha suggerito sforzi di collaborazione per promuovere il turismo senza soluzione di continuità tra Thailandia, Vietnam, Laos e Cambogia, consentendo ai turisti di viaggiare tra questi paesi senza bisogno di visti separati.

 

Srettha ha anche incontrato il primo ministro cambogiano Hun Manet, discutendo dell'istituzione di un consolato tailandese a Siem Reap per sostenere il crescente numero di turisti che visitano il complesso del tempio di Angkor Wat.

Nei colloqui con il presidente indonesiano Joko Widodo, Srettha ha confermato l’acquisto da parte dell’Indonesia di 2 milioni di tonnellate di riso tailandese. Questo aumento delle esportazioni di riso è attribuito alla siccità e al fenomeno El Niño. Widodo si è impegnato a inviare funzionari a incontrare il ministro tailandese dell’Agricoltura e delle Cooperative, Capitano Thamanat Prompow, l’anno prossimo per discutere del futuro del commercio e della cooperazione tra le due nazioni.

Il precedente è un comunicato stampa del dipartimento PR del governo tailandese.

Goongnang Suksawat
Goong Nang è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diversi organi di informazione in Tailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per più di quattro anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e anche in alcune notizie nazionali, con particolare attenzione alla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.