Russo arrestato a Satun per presunto coinvolgimento in transazioni finanziarie illegali che generavano un miliardo di baht

Satun, Thailandia meridionale –

Un uomo russo ricercato e residente a lungo è stato arrestato a Satun dopo essere stato presumibilmente coinvolto in transazioni finanziarie elettroniche illegali che hanno generato più di un miliardo di baht.

Il Royal Thai Immigration Bureau ha riferito ai media TPN che all'inizio di questa settimana avevano arrestato un sospetto identificato solo come Nagoro, 32 anni, cittadino russo in un'auto a un posto di blocco vicino al confine a Wang Prajan, distretto di Khuan Don.

Gli agenti hanno controllato il suo passaporto e hanno scoperto che era rimasto oltre la scadenza. I media TPN rilevano che il periodo esatto del suo soggiorno oltre il termine non è stato specificato dai funzionari. È stato portato alla stazione di polizia di Khuan Don per affrontare l'accusa di soggiorno prolungato. Gli agenti hanno anche scoperto che è un sospetto ricercato nell'ambito del programma Red Notice dell'Interpol.

Presumibilmente è membro di un importante gruppo criminale russo presumibilmente coinvolto in transazioni finanziarie elettroniche illegali che hanno generato più di un miliardo di baht con 164 milioni di baht di benefici. Il sospettato ha ricevuto il dieci per cento dei benefici.

Il signor Nagoro non ha rilasciato alcuna dichiarazione alla stampa.

Goongnang Suksawat
Goong Nang è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diversi organi di informazione in Tailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per più di quattro anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e anche in alcune notizie nazionali, con particolare attenzione alla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.