I parchi nazionali intensificano l’applicazione del divieto di alcol

COMUNICATO STAMPA:

BANGKOK (NNT) – Sette importanti parchi nazionali del Nord stanno intensificando l’applicazione del divieto di alcolici poiché si prevede che il numero di visitatori aumenterà durante la stagione fredda. Il divieto, in vigore dal 2021, ha lo scopo di garantire ai visitatori di godere della bellezza naturale dei parchi e di prevenire i danni ambientali spesso causati da visitatori intossicati.

Doi Suthep-Pui, Op Khan, Phu Hin Rong Kla, Doi Inthanon, Chae Son, Phu Soi Dao e Phu Chi Fa sono tra i parchi in cui viene attuata questa repressione. La rete StopDrink, una ONG che lavora per ridurre il consumo di alcol, sostiene questi sforzi, evidenziando la necessità di misure rigorose durante i periodi di punta delle visite.

I trasgressori del divieto rischiano sanzioni fino a 1,000 baht di multa o un mese di carcere. Per promuovere la consapevolezza, il Parco Nazionale Doi Suthep-Pui ha installato segnali di avvertimento e sta diffondendo attivamente informazioni sul divieto sulla sua pagina Facebook ufficiale. Il personale del parco incoraggia inoltre i visitatori a partecipare agli sforzi di protezione ambientale rimuovendo tutta la spazzatura dai campeggi al momento della partenza.

Il Parco Nazionale Op Khan, che ha un unico ingresso, effettua controlli standard per le bevande alcoliche all'ingresso. Tuttavia, dato il previsto aumento di visitatori, i funzionari del parco intendono condurre pattuglie casuali nei campeggi per garantire il rispetto del divieto di alcol.

Il precedente è un comunicato stampa del dipartimento PR del governo tailandese.

Goongnang Suksawat
Goong Nang è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diversi organi di informazione in Tailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per più di quattro anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e anche in alcune notizie nazionali, con particolare attenzione alla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.