I leader tailandesi del turismo e dell’ospitalità sollecitano il governo ad estendere il programma di esenzione dal visto ai turisti indiani

Tailandia -

I leader tailandesi dell’ospitalità e del turismo stanno sollecitando il governo tailandese ad estendere l’attuale programma di esenzione dall’esenzione dal visto per i cittadini cinesi e kazaki ai turisti indiani per rilanciare il turismo.

I nostri precedenti articoli di riferimento:

Il signor Sittiwat Chewaratanaporn, presidente dell'Associazione degli agenti di viaggio tailandesi (ATTA), ha dichiarato che, sebbene sia prevista un'esenzione dal visto iniziale, le prenotazioni di tour in Thailandia non sono aumentate ulteriormente, a causa delle operazioni di tour precedentemente prenotate prima del visto esenzione.

Il 30 settembre 2023, Thanakorn Wangboonkongchana, vice leader del Partito della Nazione Tailandese Unita, ha dichiarato che il numero di turisti stranieri che hanno visitato la Thailandia dal 1 gennaio al 24 settembre 2023 è stato significativo.

Ora per l'aggiornamento:

Panlert Baiyoke, presidente del Baiyoke Hotel and Resorts Group, ha dichiarato a Thai Media: “Il numero di turisti cinesi in Thailandia è ancora basso e non al livello che ci aspettavamo dopo il programma di esenzione dal visto gratuito avvenuto a fine settembre. Poiché la deroga è avvenuta all'improvviso e senza preavviso, molti turisti cinesi avevano già programmato i loro recenti viaggi verso altre destinazioni. La maggior parte degli attuali turisti cinesi che visitano la Thailandia sono FIT (viaggiatori finanziariamente indipendenti) e non fanno parte di grandi gruppi turistici. Attualmente, le camere d'albergo del Gruppo Baiyoke vengono prenotate con un tasso di occupazione medio del 70%, che è più o meno lo stesso di prima dell'esenzione dal visto per i cittadini cinesi. I leader del settore dell’ospitalità in tutta la Thailandia ritengono che sia necessaria un’esenzione dall’esenzione dal visto anche per i turisti indiani. Si tratta di un grande mercato e al momento hanno ancora troppe pratiche burocratiche e tasse da completare per visitare facilmente la Tailandia.”

Chanin Vanijwongse, amministratore delegato del gruppo Habitat, che sta sviluppando molte proprietà a Bangkok e Pattaya, ha aggiunto: “Vedremo aumentare leggermente il numero di turisti cinesi e kazaki durante l'alta stagione di questo ottobre. Tuttavia, attualmente non sono molti i turisti cinesi che visitano Pattaya, la maggior parte dei turisti stranieri sono russi, quindi l’impatto della deroga sul turismo di Pattaya è stato limitato. Attualmente i turisti cinesi soggiornano principalmente a Bangkok o Phuket, in gran parte spinti da problemi di sicurezza e dalla riluttanza a visitare luoghi con cui non hanno familiarità”.

“Per quanto riguarda i nostri clienti che affittano condomini e ville con piscina a Pattaya, il 70% sono tailandesi di Bangkok e il 30% sono stranieri. La maggior parte degli acquirenti russi di condomini si trovano nella zona di Wongamat e sono interessati ad unità che vanno dai cinque ai 15 milioni di baht. La maggior parte degli acquirenti di ville con piscina sono europei, francesi e tedeschi. Ci sono alcuni acquirenti cinesi interessati soprattutto a ville di lusso per 10-20 milioni di baht”. Ha aggiunto Chanin.

Il presidente dell'Associazione immobiliare di Phuket, Maythapong Upatisarong, è intervenuto affermando: “Le vendite immobiliari di Phuket stanno aumentando costantemente e molte proprietà vengono vendute. Molti stranieri acquistano proprietà a Phuket come seconda casa. Phuket ha molte scuole internazionali e la maggior parte dei clienti sono cinesi e russi, ma australiani e indiani rappresentano un mercato in crescita. I prezzi dei terreni stanno aumentando anche in alcune aree come Cherng Talay, Thalang”.

I media TPN rilevano che non è stato chiarito esattamente come alcuni stranieri avrebbero acquistato terreni e proprietà non condominiali, che è un ambito molto restrittivo per la legge tailandese, ma i relatori delle varie associazioni non hanno chiarito se gli stranieri in questione potrebbero aver avevano coniugi o familiari tailandesi.

La versione originale di questo articolo è apparsa sul nostro sito gemello, The TPN National News, di proprietà della nostra casa madre TPN media.

Goongnang Suksawat
Goong Nang è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diversi organi di informazione in Tailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per più di quattro anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e anche in alcune notizie nazionali, con particolare attenzione alla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.