Il miglior poliziotto tailandese chiede giustizia alla corte sui mandati di perquisizione della casa

Nazionale —

Martedì 26 settembre il vice capo della polizia nazionale Pol Gen Surachate “Big Joke” Hakparn ha presentato una denuncia alla Corte penale, chiedendo giustizia in merito alla perquisizione della polizia nelle sue residenze.

Il generale Pol Surachate ha detto ai media tailandesi che il mandato di perquisizione delle sue residenze a Bangkok era improprio perché nascondeva alla corte il fatto che lui occupava le cinque case. Si è anche lamentato del presunto uso esagerato di un'unità di commando con occhiali per la visione notturna durante il giorno e di fucili ad alta potenza durante l'operazione di ricerca, affermando che ciò ha offuscato la sua reputazione.

La polizia criminale informatica ha fatto irruzione case di Pol Gen Surachate, il vice capo della polizia nazionale, lunedì 25 settembre, dopo che era stato emesso un mandato di perquisizione secondo cui alcuni degli occupanti erano presumibilmente coinvolti in operazioni di gioco d'azzardo online.

Gli occupanti erano subordinati di Pol Gen Surachate, otto dei quali furono arrestati e successivamente rilasciati su cauzione con una cauzione di 100,000 baht ciascuno. Loro e il generale Pol Surachate hanno finora negato tutte le accuse, con quest'ultimo che ha affermato che l'accusa era un tentativo di screditarlo perché aveva risolto molti casi importanti che coinvolgevano figure influenti.

"Se la corte avesse saputo che quelle sono le mie case avrebbe agito equamente, perché non devo affrontare un procedimento giudiziario", ha detto ai giornalisti in tribunale Pol Gen Surachate.

Ha anche sollevato il sospetto che se il tribunale avesse saputo che i mandati di arresto prendevano di mira gli agenti di polizia, avrebbe emesso citazioni invece di mandati di arresto. Questo perché gli agenti di polizia sono funzionari governativi di cui è chiaro il luogo in cui si trovano e che in genere non tentano di scappare, ha detto.

Pol Gen Surachate ha rivelato che le case perquisite non erano nemmeno di sua proprietà, ma di suo padre e di un suo parente stretto che è un uomo d'affari nella provincia di Udon Thani.

Ha ribadito la sua innocenza affermando di non essere coinvolto in alcuna operazione di gioco d'azzardo. Ha sottolineato che, anche se i suoi subordinati avevano legami con tali operazioni, si trattava di una questione personale e non aveva nulla a che fare con lui.

Per quanto riguarda un video in cui canta con "Minnie", il presunto proprietario di un importante sito di gioco d'azzardo, che sta circolando su Internet, Pol Gen Surachate ha detto di non conoscere la donna. Ha spiegato che lei era stata invitata da loro ad una festa per i suoi subordinati l'anno scorso, e lei si è avvicinata a lui solo per una canzone.

Il primo ministro Srettha Thavisin ha recentemente ordinato di istituire un commissione d'inchiesta per indagare sul caso.

Intanto, la riunione per nominare il nuovo capo della polizia nazionale thailandese è stata rinviata a oggi, 27 settembre. Il generale Pol Roy Ingkhapairoj viene nominato capo ad interim, forse fino al completamento delle indagini sulle operazioni di gioco d'azzardo.

Pol Gen Surachate è tra i quattro candidati per il ruolo, anche se lo ha negato.

La versione originale di questo articolo è apparsa sul nostro sito web gemello, The Pattaya News, di proprietà della nostra società madre TPN media.

-=-=-=-=-=-=-=–=-=-=-=-=-=-=-=

Seguici su Facebook, Twitter, Google News, Instagram, Tiktok, Youtube, Pinterest, Flipboard, o Tumblr

Unisciti a noi on LINE per gli avvisi di rottura!
oro, unisciti a noi su Telegram per gli avvisi di rottura!

Sottoscrivi
Tanakorn Panyadee
L'ultimo traduttore di notizie locali su The Pattaya News. Aim è un ventiduenne che attualmente vive e studia il suo ultimo anno di college a Bangkok. Interessato alla traduzione in inglese, alla narrazione e all'imprenditorialità, crede che il duro lavoro sia una componente indispensabile di ogni successo in questo mondo.