La polizia tailandese sequestra oltre 40 milioni di baht in beni collegati a presunti siti web di escort

FOTO: Siamrath

Nazionale —

Il 20 settembre 2023 le forze dell'ordine tailandesi hanno esteso le operazioni per sequestrare i beni dei proprietari di quello che la polizia tailandese ha definito un famigerato sito web di commercio sessuale "Absolute-Angels-Bangkok.com".

Il sito web era al primo posto su Google ed è stato recentemente chiuso dalle autorità.

Prima la nostra storia precedente:

La polizia thailandese in agosto ha annunciato l'arresto riuscito di una coppia americano-thailandese, ritenuta gestitrice di quello che le autorità hanno definito essere il più grande sito di servizi di escort online e di agenzie sessuali in Thailandia, fatto su misura per una clientela straniera.

Ora per il nostro aggiornamento:

La polizia ha esteso l'indagine, denominata PCT1, a un altro sito web “smooci.com”, un sito web che presumibilmente forniva servizi di escort simili in vari paesi, inclusa la Thailandia. Secondo quanto riferito, il sito web era gestito dalla stessa coppia americano-thailandese che gestiva Absolute Angels Bangkok.

La coppia era stata precedentemente arrestata ad agosto.

FOTO: Siamrath

Dopo aver indagato su questi siti web di escort, le autorità hanno svelato un'intricata rete di individui coinvolti nel commercio sessuale globale. La signora Ingpawan (falso nome) è stata identificata come un'amministratore della gestione generale, mentre il signor Punwattana (falso nome) è stato identificato come un assistente amministrativo responsabile delle transazioni finanziarie e della raccolta di denaro dai fornitori di servizi sessuali.

L'operazione PCT1 ha svelato un sistema ben organizzato utilizzato dai sospettati per eludere il rilevamento.

FOTO: Siamrath

Hanno utilizzato un sistema telefonico Voice over Internet Protocol (VoIP), con destinatari delle chiamate situati in più regioni della Thailandia.

Dopo aver raccolto prove sufficienti e scoperto i nascondigli dei sospettati, la polizia ha presentato una denuncia formale al tribunale provinciale di Pattaya per arrestare i suddetti sospettati con l'accusa di traffico di esseri umani.

FOTO: Siamrath

Dopo ulteriori indagini si è scoperto che nell'operazione erano coinvolte diverse altre persone, proprietarie di almeno altri tre o quattro siti web.

La polizia ha fatto irruzione in diverse località legate a questa impresa criminale, come a Bangkok, Samut Prakan, Nakhon Sawan, e ha arrestato diversi sospetti, per lo più cittadini tailandesi.

All'azienda sono stati sequestrati diversi dispositivi elettronici e una Mercedes Benz nera del valore di oltre due milioni di baht. Il valore totale dei beni confiscati ammonta ad almeno 40 milioni di baht, ha detto la polizia.

La versione originale di questo articolo è apparsa sul nostro sito web gemello, The Pattaya News, di proprietà della nostra società madre TPN media.

-=-=-=-=-=-=-=–=-=-=-=-=-=-=-=

Non dimenticare di iscriverti alla nostra newsletter e ricevere tutte le nostre novità in un'unica e-mail giornaliera senza spam. Clicca qui! OPPURE, inserisci la tua e-mail qui sotto!

Immagine dopo il contenuto del post
L'ultimo traduttore di notizie locali su The Pattaya News. Aim è un ventiduenne che attualmente vive e studia il suo ultimo anno di college a Bangkok. Interessato alla traduzione in inglese, alla narrazione e all'imprenditorialità, crede che il duro lavoro sia una componente indispensabile di ogni successo in questo mondo.