Il nuovo Primo Ministro tailandese affronterà urgentemente l’impennata della bolletta energetica e dei prezzi del petrolio

COMUNICATO STAMPA:

La Federazione delle industrie tailandesi (FTI) ha espresso la sua approvazione per le promesse del primo ministro Srettha Thavisin di ridurre le bollette energetiche e i prezzi al dettaglio del diesel.

Il presidente della FTI, Kriengkrai Thiennukul, ha dichiarato che l'impennata dei prezzi dell'energia e del diesel ha fatto lievitare le spese di soggiorno e di produzione, qualcosa in cui la FTI sostiene continuamente l'assistenza del governo. La tariffa dell'elettricità domestica, che era di 4.7 baht per kilowattora (unità) da maggio ad agosto, si è ridotto solo leggermente a 4.45 baht per unità da settembre a dicembre, un tasso ancora considerato troppo alto dalla FTI.

In una recente dichiarazione, Srettha ha sottolineato che la massima priorità della sua amministrazione sarà quella di abbassare i prezzi dell'energia subito dopo il suo insediamento. Il presidente della FTI ha affermato che la FTI sarebbe lieta se il nuovo governo intraprendesse passi concreti in tal senso e spera che nuove misure vengano rapidamente introdotte per alleviare l'onere finanziario per le imprese e i cittadini del paese.

Il presidente della FTI ha affermato che la produzione del prezzo dell'energia e del diesel andrebbe a beneficio di tutte le parti e aumenterebbe il potere d'acquisto. Tuttavia, ha consigliato al governo di riconsiderare i piani per aumentare il salario minimo a 600 baht al giorno quest’anno, evidenziando il rallentamento economico e gli alti tassi di interesse come sfide per le imprese. L’aumento del salario minimo comporterebbe un onere finanziario maggiore per queste aziende, soprattutto quelle che stanno lottando nella situazione attuale.

Nel frattempo, il primo ministro Srettha Thavisin ha recentemente incontrato una delegazione del United Thai Nation Party, guidata da Supattanapong Punmeechaow, vice primo ministro e ministro dell’Energia del precedente governo.

La discussione si è incentrata sulla politica del governo, in particolare sulle strategie per ridurre i prezzi dell’energia e del carburante.

Il Primo Ministro ha indicato che dopo la prima riunione del gabinetto informerà il pubblico sulla fattibilità dell'attuazione immediata di iniziative per abbassare i costi dell'elettricità.

Supattanapong, che dovrebbe mantenere il suo ruolo di ministro dell'Energia nel nuovo governo, ha affermato che l'incontro è servito come scambio preliminare, a cui seguiranno discussioni formali tra i leader e i dirigenti del partito.

Il ministro ha anche osservato che tra i temi discussi con il nuovo premier figurano anche eventuali controlli sui prezzi del gas da cucina. Ulteriori deliberazioni tra la nuova amministrazione e il Ministero dell'Energia determineranno la fattibilità di queste iniziative.

Il precedente è un comunicato stampa del dipartimento PR del governo tailandese.

Articoli originali: FTI sostiene l'impegno a ridurre le bollette dell'elettricità e il prezzo del diesel, PM e UTN discutono i prezzi dell'energia e del carburante

Sottoscrivi
Tanakorn Panyadee
L'ultimo traduttore di notizie locali su The Pattaya News. Aim è un ventiduenne che attualmente vive e studia il suo ultimo anno di college a Bangkok. Interessato alla traduzione in inglese, alla narrazione e all'imprenditorialità, crede che il duro lavoro sia una componente indispensabile di ogni successo in questo mondo.