Il tribunale della Carta thailandese sospende Pita Limjaroenrat, candidata premier del partito Move Forward dai doveri

FOTO: Bangkokbiz

Nazionale —

Mercoledì 19 luglio la Corte costituzionale thailandese ha deciso di sospendere il leader del Move Forward Party e candidato primo ministro Pita Limjaroenrat dall'esercizio delle funzioni di deputato in attesa di un'indagine sul suo caso di partecipazione azionaria nei media.

Sette dei nove giudici della Corte costituzionale hanno votato per accettare una petizione della Commissione elettorale (CE) contro Pita per il controllo giurisdizionale.

Mercoledì scorso, la CE ha votato all'unanimità per chiedere una sentenza del tribunale sull'idoneità di Pita come deputato per il sospetto che detenesse 42,000 azioni nella società di media iTV Plc quando ha presentato domanda ad aprile per essere candidato alle elezioni del 14 maggio.

In base alla Costituzione, ai politici è vietato detenere azioni in società di media, a cui Pita sostiene costantemente di averle detenute solo come successore del suo defunto padre, inoltre la società ha già cessato la sua attività di società di media prima che presentasse domanda per entrare in carica . La questione ora non sono tanto le quote ma se Pita si candidasse consapevolmente a premier e un deputato sapendo che potrebbero squalificarlo.

La sospensione di Pita è avvenuta proprio mentre Camera e Senato si sono riuniti oggi per eleggere il prossimo primo ministro in un secondo turno di votazioni. Pita è stato nuovamente candidato alla carica di primo ministro anche se non è riuscito a raccogliere voti sufficienti nella prima votazione di giovedì scorso.

Pita ha lasciato il Parlamento dopo aver ricevuto l'ordine del tribunale, dicendo che la Thailandia è cambiata drasticamente dalle elezioni del 14 maggio e desiderando che i suoi colleghi parlamentari si prendano cura del paese. Deve smettere di svolgere le sue funzioni di parlamentare fino a quando il tribunale non emetterà il suo verdetto. Ha 15 giorni per testimoniare e presentare prove alla corte in sua difesa.

Nel frattempo, il Parlamento dovrebbe prendere in considerazione la deliberazione per il Primo Ministro ed eventualmente prendere in considerazione altri candidati e opzioni.

I manifestanti arrabbiati per la sentenza si sono radunati fuori dal Parlamento e alcuni hanno lanciato fuochi d'artificio e piccoli razzi. Nel complesso, tuttavia, il raduno è stato pacifico ma emozionante. Il Move Forward Party ha ottenuto il maggior numero di seggi e voti popolari nelle ultime elezioni thailandesi, ma sembra sempre più che il loro carismatico e popolare leader Pita Limjaroenrat non diventerà il prossimo primo ministro thailandese.

La versione originale di questo articolo è apparsa sul nostro sito web gemello, The Pattaya News, di proprietà della nostra società madre TPN media.

Sottoscrivi
Tanakorn Panyadee
L'ultimo traduttore di notizie locali su The Pattaya News. Aim è un ventiduenne che attualmente vive e studia il suo ultimo anno di college a Bangkok. Interessato alla traduzione in inglese, alla narrazione e all'imprenditorialità, crede che il duro lavoro sia una componente indispensabile di ogni successo in questo mondo.