Gli ufficiali continuano a demolire le strutture invadenti sulla spiaggia di Lay Phang

Thalang –

Gli ufficiali hanno continuato a demolire le strutture invadenti sulla spiaggia di Lay Phang a Thalang.

Le nostre storie precedenti:

Le strutture che avrebbero invaso aree pubbliche per un valore di 50 miliardi di baht sulla spiaggia di Lay Phang a Cherng Talay, Thalang, sono state finalmente demolite.

Cinque cartelli sono stati trovati sull'area affermando: “Questa zona è contesa e in un processo giudiziario tra il settore privato e il governo. I funzionari non sono autorizzati a fare nulla in quest'area senza autorizzazione. Qualsiasi offesa a questo, verrà intrapresa un'azione legale. Le denunce saranno presentate agli uffici del governo”.

Ieri (2 novembrend) un gruppo di funzionari guidato dal capo dell'ufficio distrettuale di Thalang, Bancha Tanooin, ha ispezionato l'area interessata a Cherng Talay.

Il signor Bancha ha detto al Phuket Express di aver scoperto che la zona è ancora invasa da tre ristoranti con lettini e ombrelloni. Erano presenti anche due ristoratori ed entrambi sono stati arrestati. I nomi degli arrestati non sono stati rilasciati dalle forze dell'ordine.

La coppia di proprietari di ristoranti è stata portata alla stazione di polizia di Cherng Talay per essere accusata di aver offeso il Land Code e il Forest Act e di aver venduto alcolici senza permesso. Quelle strutture invadenti saranno presto demolite, ha aggiunto la polizia di Cherng Talay.

-=-=-=-=-=-=-=–=-=-=-=-=-=-=-=

Non dimenticare di iscriverti alla nostra newsletter e ricevere tutte le nostre novità in un'unica e-mail giornaliera senza spam. Clicca qui! OPPURE, inserisci la tua e-mail qui sotto!

Aiutaci a sostenere il Phuket Express nel 2022!

Goong Nang è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diverse testate giornalistiche in Thailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per più di tre anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e anche notizie nazionali, con enfasi sulla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.