Centinaia di personale medico firmano una petizione, chiedendo al governo thailandese di sospendere immediatamente la depenalizzazione della marijuana

FOTO: Thaipost

Bangkok –

Un totale di 851 personale medico ha firmato una petizione affinché il governo sospenda immediatamente l'attuale periodo sostanzialmente senza legge di depenalizzazione della marijuana fino al completamento delle regole e dei regolamenti finali in fase di elaborazione da parte del governo.

Il dottor Smith Srisont, presidente dell'Associazione medica forense thailandese, domenica 24 luglio, ha pubblicato online una dichiarazione di 851 rappresentanti di medici residenti, insegnanti di medicina ed ex studenti di medicina della Facoltà di Medicina del Ramathibodi Hospital, esortando il governo a chiudere lo stato libero dalla legge.

Nella dichiarazione, il gruppo ha anche chiesto al governo di fornire collaborazione per discutere con tutte le parti interessate al fine di elaborare congiuntamente e potenzialmente la politica thailandese sulla cannabis.

Il gruppo afferma che la loro principale preoccupazione e motivo per volere la sospensione è che molte persone stanno usando cannabis per uso ricreativo, cosa che non era l'intenzione della depenalizzazione e hanno preoccupazioni specifiche per i giovani.

Il gruppo ha anche affermato di nutrire preoccupazioni per la salute del pubblico e di voler solo proteggere le persone.

Questo avviene quando i caffè e i negozi di cannabis pop-up hanno iniziato a proliferare soprattutto nelle zone turistiche come Pattaya.

Inoltre, l'associazione ha anche incoraggiato il pubblico a firmare la petizione chiedendo una questione simile tramite change.org.

Al momento della stampa, il governo non ha ufficialmente risposto alla petizione che ha incontrato opinioni e punti di vista divergenti online. Molti netizen hanno affermato di ritenere che potrebbe essere troppo tardi e che il genio è già uscito dalla bottiglia.

TPN rileva che i gruppi islamici hanno sede nel sud della Thailandia hanno anche spinto a fondo per porre fine alla depenalizzazione della cannabis, sebbene questa spinta sia per lo più basata su motivi religiosi e morali.

La versione originale di questo articolo è apparsa sul nostro sito web gemello, The Pattaya News, di proprietà della nostra società madre TPN media.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Hai bisogno di un'assicurazione Covid-19 per il tuo prossimo viaggio in Thailandia? Clicca qui.

Seguici su Facebook

Unisciti a noi on LINE per gli avvisi di rottura!

Scrittrice nazionale di notizie presso The Pattaya News da settembre 2020 a ottobre 2022. Nata e cresciuta a Bangkok, Nop ama raccontare storie della sua città natale attraverso parole e immagini. La sua esperienza educativa negli Stati Uniti e la sua passione per il giornalismo hanno plasmato i suoi interessi genuini per la società, la politica, l'istruzione, la cultura e l'arte.