Analisi: Le cose stanno andando bene in Thailandia dopo un mese di depenalizzazione della cannabis e il cielo non è caduto

Nazionale —

È passato un mese dalla depenalizzazione della cannabis l'8 giugno 2022 e probabilmente possiamo dire che la Thailandia non sta andando in pezzi.

In effetti, sia i thailandesi che gli stranieri stanno rispettando molto bene le nuove regole sulla cannabis, nonostante un po' di agitazione che generalmente arriva dopo qualsiasi modifica importante della legge. Il più comune è, ovviamente, che la cannabis sarà mai ufficialmente legale per uso ricreativo e se non lo è, allora qual è il punto per alcune persone?

A partire da ora, il Ministero della salute pubblica thailandese ha accentuato che la cannabis è solo per uso medico e rigidamente, non ricreativo. Ma in realtà, finora nessuno è stato arrestato per aver usato cannabis secondo le proprie preferenze, o almeno per quanto ne sappiamo. Le tre seguenti direttive emesse dal Ministero della Sanità Pubblica potrebbero anche fornire un buon assaggio di ciò che ci aspetta per la cannabis in Thailandia.

1. Coloro che disturbano gli altri con il fumo di cannabis o di canapa possono rischiare fino a tre mesi di carcere o una multa fino a 25,000 baht o entrambi. Sì, è il fumo che mette nei guai una persona, non l'azione che lo precede. Tecnicamente, ha bisogno anche di una denuncia ufficiale alla polizia. In teoria, questo vieta il fumo pubblico.

2. Coloro che gestiscono un ristorante e vogliono usare la cannabis nella loro cucina devono prima informare i clienti o mettere un segnale di avvertimento che dice che usano la cannabis come ingrediente.

3. La cannabis e la canapa sono ora considerate "erbe controllate" che sono importanti per l'economia, meritano di essere ricercate e sarebbero supportate per un uso sostenibile ai sensi della legge sulla promozione e la protezione della saggezza della medicina tradizionale thailandese. Come erba controllata, questo impedisce anche ai minori e ai giovani di usare il farmaco senza l'approvazione del medico.

L'ultima direttiva è stata emessa per prevenire le turbolenze che potrebbero generarsi in attesa che il disegno di legge sulla cannabis e sulla canapa venga finalizzato, quindi probabilmente siamo in grado di indovinare per ora che vedremo un buon futuro per la cannabis in Thailandia.

Inoltre, la popolarità della cannabis sta crescendo incredibilmente velocemente dopo un mese dalla depenalizzazione. Un sondaggio condotto dal National Institute of Development Administration o NIDA sottolinea che oltre il 32.98% dei partecipanti al sondaggio ha esperienza con la cannabis, ovvero circa 18.8 milioni di persone su scala nazionale.

Il 60.65% di queste persone afferma di aver consumato cannabis tramite cibo o bevande, il 30.56% tramite il fumo, il 21.06% tramite cure mediche e il 6.94% tramite la semina. Anche le persone che si sono registrate per piantare cannabis nelle loro famiglie hanno ora raggiunto 980,000 persone.

Ciò supporta l'idea che la Thailandia abbia il potenziale per diventare un hub globale della cannabis medica, come ha affermato una volta il viceministro della sanità pubblica Satit Pitutecha in un seminario su come la cannabis può aiutare a rilanciare l'economia thailandese.

"Una volta che l'industria thailandese della cannabis sarà standardizzata in due anni, saremo pronti a diventare un hub globale della cannabis medica per rilanciare la nostra economia in un modo senza precedenti", ha affermato Satit.

Tuttavia, sono stati lanciati alcuni avvertimenti anche contro l'uso ricreativo della cannabis, come nella dichiarazione del Dr. Kiattipoom Wongrachit, Segretario Permanente del Ministero della Salute Pubblica, che afferma:

"Gli ufficiali terranno d'occhio coloro che violano le regole fumando cannabis per scopi ricreativi o vendendo una canna".

Tuttavia, l'affermazione appare equivoca in termini di risultati o di potenziale penalizzazione, quindi il meglio che possiamo fare in questo momento è cercare di prendere ulteriori precauzioni e aspettare fino all'approvazione della legge sulla cannabis e sulla canapa per vedere cosa verrà dopo.

Alcune altre misure approvate finora sono state per lo più volte a vietare la cannabis nelle scuole, nelle installazioni dell'esercito, negli uffici governativi, nelle stazioni di polizia e per i piloti, che sono per lo più misure di buon senso.

Il disegno di legge sulla cannabis e sulla canapa continua a essere discusso senza una data precisa su quando sarà completato.

La versione originale di questo articolo è apparsa sul nostro sito web gemello, The Pattaya News, di proprietà della nostra società madre TPN media.

-=-=-=-=-=-=-=–=-=-=-=-=-=-=-=

Non dimenticare di iscriverti alla nostra newsletter e ricevere tutte le nostre novità in un'unica e-mail giornaliera senza spam. Clicca qui! OPPURE, inserisci la tua e-mail qui sotto!

Aiutaci a sostenere il Phuket Express nel 2022!

Goong è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diversi organi di informazione in Thailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per tre anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e Chonburi, con enfasi sulla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.