La Soi Dog Foundation chiede un'applicazione più rigorosa delle leggi sul benessere dell'allevamento di cani e gatti

Quasi un anno dopo l'entrata in vigore della legislazione che regola gli allevatori di cani e gatti in Thailandia, la Soi Dog Foundation ha espresso preoccupazione per la sua attuazione, affermando che deve ancora essere intrapresa un'azione legale concreta.

Gli atti legislativi in ​​questione – Dog Welfare in Dog Breeding Farms e Cat Welfare in Cat Breeding Farms – sono stati pubblicati nella Gazzetta del governo il 18 dicembre 2020 ed sono entrati in vigore dal 16 giugno 2021. Tuttavia, poco è stato fatto per garantire che vengono efficacemente implementati.

In qualità di membro del Comitato thailandese per la prevenzione della crudeltà e il benessere degli animali, la Soi Dog Foundation è stata strettamente coinvolta nella stesura di questa legislazione in vigore per garantire il benessere di cani e gatti negli allevamenti e nei negozi di animali; potenziare le ispezioni di tali fattorie e negozi; e chiudere quelli che non rispettano gli standard necessari.

Gli standard delineati nella legislazione includono, tra l'altro, la dieta e la quantità di cibo che un animale viene nutrito, le dimensioni del loro recinto o luogo di riposo, il loro accesso all'esercizio, alla socializzazione e alle cure veterinarie, il numero massimo di cucciolate che producono nella loro vita e a quel punto dovrebbero essere completamente ritirati dall'allevamento.

Sebbene la Soi Dog Foundation non sia d'accordo con l'allevamento intenzionale di cani e gatti, in particolare data l'enorme popolazione randagia che già esiste nel paese, riconoscono che ha luogo e desiderano garantire il benessere di tutti gli animali coinvolti.

"Comprendiamo che è stato difficile [per le autorità] visitare allevamenti e altre strutture commerciali durante la pandemia", ha affermato il dottor Tuntikorn Rungpatana (Dott. Oob) che rappresenta Soi Dog nel suddetto comitato. "Tuttavia, in questo periodo, abbiamo visto allevamenti chiudere a causa della crisi economica e animali abbandonati, che è anche un grosso problema".

"Ora che la situazione con Covid-19 sta migliorando, speriamo di vedere un cambiamento positivo nell'allevamento di cani e gatti in base a queste leggi", ha aggiunto.

Secondo il dottor Oob, la necessità di queste leggi è stata guidata da pratiche di allevamento disumane in tutto il paese. Non è raro, ad esempio, che cuccioli e gattini si ammalino e muoiano nelle loro nuove case, essendo stati venduti prima di ricevere i loro vaccini essenziali. Allo stesso modo, viene mostrata poca considerazione per la salute e il benessere degli animali una volta che si sono ritirati dall'allevamento.

C'è anche una conversazione più ampia da avere sull'etica dell'allevamento intenzionale di cani - specialmente quelli del tutto inadatti al clima thailandese e con malattie genetiche a causa della consanguineità - quando ci sono già così tanti per le strade e nei rifugi che meritano delle case e che sono compagni altrettanto meravigliosi.

"L'adozione è ovviamente meglio per il benessere degli animali che l'acquisto dagli allevatori, e ci sono rifugi in tutto il paese che adottano animali senza alcun costo, inclusa la Soi Dog Foundation", ha affermato il dottor Oob.

La Soi Dog Foundation ha una lunga esperienza nell'adozione di migliaia di cani e gatti in case amorevoli, sia in Thailandia che all'estero, e tutti i loro animali salvati sono sterilizzati/castrati, completamente vaccinati, dotati di microchip e valutati dal punto di vista medico e comportamentale. La fondazione fornisce anche supporto post-adozione ove necessario.

Tuttavia, se una persona insiste per acquistare un cane o un gatto da un allevatore invece di adottarlo, la fondazione lo esorta a sostenere un allevamento che opera pensando al benessere degli animali ea segnalare eventuali allevamenti che non lo fanno. Le preoccupazioni possono essere segnalate al Dipartimento per lo sviluppo del bestiame, alla Società zootecnica provinciale e all'ispettore distrettuale del bestiame tramite l'applicazione per smartphone DLD 4.0. In alternativa, possono essere segnalati alla Soi Dog Foundation all'indirizzo [email protected]

-=-=-=-=-=-=-=–=-=-=-=-=-=-=-=

Non dimenticare di iscriverti alla nostra newsletter e ricevere tutte le nostre novità in un'unica e-mail giornaliera senza spam. Clicca qui! OPPURE, inserisci la tua e-mail qui sotto!

Aiutaci a sostenere il Phuket Express nel 2022!

Goong Nang è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diverse testate giornalistiche in Thailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per più di tre anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e anche notizie nazionali, con enfasi sulla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.