Il ministero della salute pubblica thailandese proporrà inizialmente "sandbox endemiche" su tre isole turistiche, tra cui Phuket, per consentire la riapertura legale dei luoghi di intrattenimento

FOTO: Prachachat

nazionale –

Il ministero della salute pubblica thailandese ha in programma di proporre quelle che chiamano "sandbox endemici" su tre isole turistiche, vale a dire Koh Samui, Koh Chang e Phuket, e consentire la riapertura legale dei luoghi di intrattenimento notturno in queste aree.

In particolare, tuttavia, Pattaya e Bangkok sono escluse dalla proposta iniziale nonostante la loro vasta industria della vita notturna, poiché i funzionari della sanità pubblica inizialmente vogliono limitare le riaperture legali alle isole che sostengono possano essere monitorate più facilmente.

Il segretario permanente della sanità pubblica Kiattiphum Wongrajit ha dichiarato oggi, 12 maggio, che il piano sarebbe stato inizialmente proposto al Center for Covid-19 Situation Administration (CCSA) per essere preso in considerazione come piano d'azione iniziale per avvicinarsi al periodo "endemico" in Thailandia e, dopo oltre un anno, riapre legalmente la vita notturna, che è stata chiusa all'incirca dall'aprile del 2021. Attualmente, l'industria dei bar e della vita notturna opera, sulla carta comunque, come "ristoranti convertiti" con una serie di restrizioni e regole.

Il Sandbox potrebbe includere un maggiore allentamento delle restrizioni in determinati luoghi e luoghi. Uno di questi era il ritorno dei locali di intrattenimento che avrebbero potuto riaprire sotto alcuni restrizioni che non sono state specificatamente spiegate. Restrizioni durante la visita anche i parchi pubblici e gli spostamenti con i mezzi pubblici sarebbero rilassati per aiutare gradualmente le persone a riadattarsi alla loro normale vita quotidiana.

Alla prossima assemblea generale della CCSA il 20 maggio, il comitato dovrebbe discutere il riadattamento della registrazione del "Thailand Pass" e la riapertura dei luoghi di intrattenimento in ulteriori fasi, secondo la dichiarazione odierna dell'assistente portavoce della CCSA Apisamai Srirangsan.

La decisione, tuttavia, dipenderebbe dalla situazione del Covid-19, dall'andamento dei nuovi contagi e dalla cooperazione delle persone in Thailandia, ha aggiunto.

Per quanto riguarda i mandati delle maschere, che è una domanda popolare dei turisti stranieri, non sembrano andare da nessuna parte presto. Clicca qui per saperne di più.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Hai bisogno di un'assicurazione Covid-19 per il tuo prossimo viaggio in Thailandia? Clicca qui.

Seguici su Facebook

Unisciti a noi on LINE per gli avvisi di rottura!

 

 

Scrittore di notizie nazionali presso The Pattaya News. Nata e cresciuta a Bangkok, Nop ama raccontare storie della sua città natale attraverso parole e immagini. La sua esperienza educativa negli Stati Uniti e la sua passione per il giornalismo hanno plasmato i suoi interessi genuini per la società, la politica, l'istruzione, la cultura e l'arte.