Ucraini e russi bloccati a Phuket chiedono la pace durante la protesta di Phuket contro l'invasione russa dell'Ucraina

Phuket-

Ieri, 14 marzo 2022, turisti provenienti sia dall'Ucraina che dalla Russia, che avrebbero dovuto affrontare difficoltà nelle transazioni finanziarie, nelle condizioni di vita in Thailandia e nell'impossibilità di tornare nei loro paesi a causa della guerra in corso, hanno organizzato una protesta pacifica contro la guerra vicino a Patong Spiaggia.

La signora Olga, la rappresentante degli ucraini bloccati a Phuket, ha rivelato alla stampa che c'erano circa 500 ucraini a Phuket e alcuni di loro erano preoccupati per la loro famiglia e aspiravano a tornare nella loro casa in Ucraina, ma avevano anche paura del guerra in corso. La maggior parte di loro non ha mai previsto la guerra e ha chiesto al presidente russo di fermare gli attacchi contro l'Ucraina.

“In realtà, la maggior parte di noi a Phuket sta bene e più fortunata di quella in Ucraina. È impossibile fare progetti adesso perché la situazione è così imprevedibile. Sicuramente, tutti noi vogliamo tornare a casa e alcuni stanno già lottando finanziariamente perché non hanno pianificato un lungo soggiorno", ha detto la signora Olga ai media locali di Phuket.

Alla domanda sul raduno, ha detto che non si aspettava molto a causa del divieto di eventi e proteste da parte della polizia a causa del Covid-19 con cui non ha avuto alcun problema e voleva anche rispettare il paese in cui viveva ora .

Il signor Kongsak Koupongsakorn, presidente della Southern Thai Hotels Association, ha rivelato alla stampa che i turisti russi sono in cima al mercato turistico per quanto riguarda il Phuket Sandbox in termini di numero di visitatori. Ora che molte compagnie aeree hanno interrotto i loro voli, circa 3,000 persone sono bloccate a Phuket e sono già in corso i soccorsi. Sia i turisti ucraini che quelli russi saranno divisi in due gruppi composti da coloro che cercano di tornare a casa e quelli che non sono ancora pronti per tornare ma potrebbero aver bisogno di un aiuto finanziario. Quest'ultimo continuerà a rimanere a Phuket.

Inizialmente, sarà istituito un call center presso l'ufficio dell'Autorità del Turismo della Thailandia a Phuket, nonché un interprete di lingua russa per assistere i bisognosi. I primi rapporti, tuttavia, affermavano che questo call center era stato contattato solo quindici volte fino a ieri.

=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Goong Nang è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diverse testate giornalistiche in Thailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per più di tre anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e anche notizie nazionali, con enfasi sulla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.